Come funziona la sigaretta elettronica?

Come funziona la sigaretta elettronica

Molte persone si rivolgono alle sigarette elettroniche per smettere di fumare. Con i vapes, non viene bruciato alcun materiale, ma l’e-liquid viene riscaldato a temperature controllate, creando vapore che viene inalato dall’utente. Questo dispositivo offre molti vantaggi rispetto alle sigarette tradizionali.

Se siete ancora curiosi di sapere come funzionano i sistemi di svapo, sedetevi e lasciate che ve lo spieghiamo.

Che cos’è un dispositivo per il vaping?

Un dispositivo vape è un apparecchio portatile composto da una batteria, un atomizzatore (il serbatoio di e-liquid), un elemento riscaldante e un bocchino. I dispositivi di svapo possono essere riutilizzabili o disponibili e sono solitamente realizzati in metallo e plastica. I vapes utilizzano e-liquidi, che possono contenere nicotina liquida e aromi. Gli e-liquid possono essere completamente personalizzati e contenere un numero qualsiasi di combinazioni di aromi. Si può anche optare per un e-liquid senza nicotina.

Le penne da svapo producono vapore non appena l’utente preme il pulsante di attivazione o, in alcuni casi, il dispositivo può essere attivato automaticamente semplicemente tirando una boccata dal bocchino. Sono molto facili da usare.

Come funzionano le sigarette elettroniche?

Le sigarette elettroniche, come suggerisce il nome, sono controllate principalmente dall’elettronica. Durante il processo di vaporizzazione, il vapore viene prodotto da un componente riscaldante chiamato resistenza o bobina, che si trova all’interno del nebulizzatore ed è a diretto contatto con l’e-liquid.

Una volta attivata, la batteria trasferisce energia alla bobina e la riscalda a temperature molto elevate in meno di un secondo. L’elevata temperatura dell’elemento riscaldante garantisce la vaporizzazione dell’e-liquid. Il vapore così prodotto viene inalato attraverso il bocchino posto sulla sommità del nebulizzatore.

Che cos’è un pod vape? – Uno svapo adatto ai principianti

Il più delle volte i vaporizzatori hanno un aspetto allungato, simile a una penna, da cui il nome comune di “vaporizzatore a penna”. Sono disponibili in diverse forme e colori e con diverse funzioni. Esistono sistemi di svapo adatti ai principianti, ma anche sistemi per utenti avanzati. I sistemi adatti ai principianti richiedono poche o nessuna regolazione e sono i più facili da usare.

I sistemi per principianti o i sistemi di svapo sono solitamente costituiti da un unico pezzo di metallo che contiene la batteria, un atomizzatore – chiamato “cartuccia” nei sistemi di svapo – l’e-liquid e un bocchino. Possono essere monouso o riutilizzabili.

Quali sono i vantaggi?

Riutilizzabile

Le cialde riutilizzabili richiedono di cambiare la cartuccia (dove viene immagazzinato l’e-liquid) solo quando la cartuccia corrente è vuota. Alcuni sistemi di svapo consentono di ricaricare la cartuccia con e-liquid, in modo da non dover acquistare una nuova cartuccia quando quella attuale è vuota.

Una sola volta

Le cialde per vape monouso sono progettate per essere gettate una volta esaurito l’e-liquid. Usarlo, finirlo, riciclarlo e comprarne uno nuovo. Non dovete sforzarvi, potete semplicemente godervi la vostra svapata.

Le cialde riutilizzabili monouso sono dotate di sistemi di protezione elettronica che impediscono alla batteria di assorbire troppa corrente, rendendone l’uso molto sicuro.

Le cialde da svapo sono disponibili in varietà pre-riempite e ricaricabili e sono diventate il tipo di svapo più comune. Questi dispositivi sono l’opzione più economica per il vaping, richiedono una conoscenza minima del funzionamento e sono molto facili da mantenere.

Ora che sapete cosa sono le cialde da svapo, cerchiamo di capire i singoli componenti.

Atomizzatore o cartuccia

Si tratta di un’area in cui è possibile collocare l’e-liquid. Qui si trova anche la resistenza o la bobina. Una cartuccia è un atomizzatore che ha la resistenza e l’e-liquid preinstallati; è il sistema più semplice e pulito. Le cartucce possono essere pre-riempite o ricaricabili per creare un e-liquid personalizzato.

Gli atomizzatori utilizzati nei sistemi di svapo più complessi devono essere ricaricati dall’utente ogni volta che il liquido elettronico si esaurisce, il che può essere noioso e richiede anche la sostituzione dell’elemento riscaldante di tanto in tanto.

Batteria

La batteria è solitamente ricaricabile e serve ad alimentare l’elemento riscaldante che produce il vapore. La durata della batteria varia per ogni tipo di svapo a seconda del produttore.

Pulsante di accensione

La maggior parte dei vaporizzatori ha un unico pulsante che controlla l’interruttore di accensione e spegnimento. Alcuni vaporizzatori non hanno nemmeno un pulsante di accensione e si attivano solo quando si tira il bocchino.

Bocchino

Il bocchino è collegato alla parte superiore della cartuccia/vaporizzatore per consentire all’utente di aspirare il vapore. Alcuni modelli possono essere dotati di sensori nel boccaglio che rilevano quando l’utente inspira.

Sia che siate utenti attuali o che vogliate acquistare un dispositivo di svapo, ora siete ben informati sui componenti dei sistemi di svapo e sul loro funzionamento. Quindi non c’è da preoccuparsi, passate allo svapo oggi stesso!

 

Visita il nostro negozio

   Vendita vietata ai minori. Prodotto che può contenere nicotina, una sostanza che crea dipendenza. Se ne sconsiglia l'uso ai non fumatori.